Automotive
Il full-service provider leader in Europa
Industrial
Un mondo di servizi in continua espansione
Personnel
Qualità e innovazione nella formazione professionale

Il primo e unico network italiano di centri revisione auto e moto

Marchio CE (ErP)

Tu sei qui

Ritratto di dptelnext

La Direttiva Energy using Products, (EuP) 2005/32/CE, è applicabile a tutte le apparecchiature che consumano energia, non solo elettrica

La Direttiva EuP è una direttiva quadro che rimanda, per le singole categorie di prodotto, a specifiche misure di implementazione della Commissione, come l'indicazione di standard per la valutazione della conformità, a parametri minimi di prestazione energetica e a regolamentazioni ambientali. 

Nel  2009 è stata sostituita dalla Direttiva Energy related Products, (ErP) 2009/125/CE, che ha un più ampio campo di applicazione. Infatti, oltre ai prodotti che consumano energia (elettrodomestici, dispositivi elettronici, ecc.), prende in considerazione anche i prodotti che influiscono sulle prestazioni energetiche e le cui caratteristiche possono contribuire significativamente al risparmio energetico (componenti per l’edilizia, elementi di impiantistica, ecc.)

La Direttiva ErP è una Direttiva di marcatura CE.

Un impatto significativo sui consumi energetici viene dato dalle fonti di illuminazione. Le lampadine a risparmio energetico, a cura del costruttore o dell’importatore, devono essere sottoposte ad una serie di verifiche come esplicitato nel Regolamento 244/2009, misura di implementazione per l’applicazione della direttiva ErP, che devono far parte del fascicolo tecnico da consegnare alle Autorità di controllo in caso di richiesta.

DEKRA è in grado di effettuare tutte le misure sulle CFL (Compact Fluorescent Lamps), quali, per citarne alcune,  la Lumen maintenance, Premature failure test, Lamp survival factor oppure l’intero programma prove che comprende ulteriori misurazioni, anche cromatiche.

Con DEKRA avrete una gestione personalizzata del vostro progetto, con project managers e tecnici dedicati che lavorano all’interno dei nostri laboratori italiani.

LVD e EMC non bastano