Automotive
Il full-service provider leader in Europa
Industrial
Un mondo di servizi in continua espansione
Personnel
Qualità e innovazione nella formazione professionale

Il primo e unico network italiano di centri revisione auto e moto

assesment

Tu sei qui

11
Dec

Certificazioni Sistemi

In Italia dal 1998, siamo un Organismo di Certificazione indipendente ed accreditato, con una vasta esperienza in audit di sistemi e processi.

Manifatturiero, automobilistico, trasporti e logistica, informatico, sanità, pubblica amministrazione, alimentare, costruzioni, commercio e servizi alle imprese: attraversiamo trasversalmente tutti i settori industriali e del terziario avanzato. I nostri clienti spaziano dalla piccola - media impresa nazionale al grande gruppo internazionale.

Certificazioni di qualità, ambiente, salute e sicurezza sul lavoro, energia. Cogenti o indotte da necessità di mercato.

Chi sceglie noi, vuole eccellenza e competenza; vuole essere assistito con professionalità e passione nella ricerca del miglioramento e dell'efficienza.

In Europa siamo tra i grandi e competiamo con altri leader di settore; in Italia stiamo crescendo velocemente. Puntiamo su flessibilità e attenzione al cliente ma, soprattutto, abbiamo una peculiarità, forse unica: i nostri auditor vengono selezionati secondo criteri che vanno ben oltre i requisiti minimi di accreditamento. Il loro Qualification Profile segue la prassi tedesca che prevede una solida specializzazione settoriale con esperienze dirette pratiche e competenze tecniche maturate nel tempo. La competenza degli auditor sui processi oggetto di verifica è ciò che fa la differenza per i nostri clienti.

Conduciamo sistematicamente indagini sulla customer satisfaction. Il 100% dei clienti si dichiara soddisfatto dei nostri auditor; il 99% si dichiara molto soddisfatto o soddisfatto del servizio reso

Aerospace - EN 9100

La norma EN 9100 è una norma europea che descrive un sistema di garanzia di qualità per il settore aeronautico. Le sue equivalenti sono la AS 9100 in America e la JISQ 9100 in Asia.

La certificazione EN 9100 è diventata per tutti i fornitori dell'industria aeronautica il passaporto riconosciuto a livello globale richiesto da tutti i fornitori appartenenti allo IAQG – International Aerospace Quality Group.

Essere certificati EN 9100 permette di essere inseriti nel database mondiale dei fornitori dell'industria aerospaziale OASIS (On Line Aerospace Suppliers Information Systems).

Quali sono i vantaggi?

  • essere riconosciuti a livello mondiale come partner nel settore aerospaziale
  • sviluppare un sistema di qualità orientato verso il miglioramento continuo dei processi, prodotti, servizi e prestazioni
  • dotarsi di un linguaggio universale per tutta l'industria aerospaziale e di una base comune per le esigenze di tutti i clienti, costruttori e fornitori.

La EN ISO 9100 è specifica per l'industria aereonautica e spaziale e comprende pienamente la ISO 9001, di cui però ha il 30% in più dei requisiti ed è applicabile ai costruttori di aeromobili e sempre più spesso anche ai loro fornitori.

I requisiti aggiuntivi riguardano principalmente il processo di approvvigionamento e la qualifica dei "processi speciali". La norma si presenta in tre varianti:

  • EN 9100 per le aziende di progettazione e produzione, ma anche di produzione di parti o servizi per il settore aeronautico
  • EN 9110 per le aziende di manutenzione aeronautica
  • EN 9120, specifica per i rivenditori e distributori di ricambi

Ambiente - 14001

Il rispetto per l'ambiente è importante per lo sviluppo economico: le aspettative dei clienti e dei consumatori, la pressione da parte delle autorità e degli opinion leader sono aumentate.

Il posizionamento della vostra azienda non può prescindere da un impegno ambientale chiaro e trasparente.

 Con la certificazione ISO 14001 e con la valutazione di un sistema di gestione ambientale (SGA), rispettate i requisiti di legge e dimostrate attenzione verso la collettività, riducendo al minimo l’impatto delle vostre attività sull’ambiente. Migliorerete inoltre la vostra redditività potendo contare su un maggior risparmio energetico, un miglior controllo dei rischi ambientali e, a livello organizzativo, avrete maggior partecipazione e coinvolgimento dei vostri collaboratori.

Quali sono le condizioni necessarie per poter ottenere la certificazione ISO 14001 ? 

La certificazione ISO 14001 è un processo volontario. Per presentarsi nelle migliori condizioni, è preferibile che il sistema di gestione sia implementato da almeno 3 mesi, sia stato eseguito un audit interno, sia stato condotto un Riesame della Direzione.


Audit processo - VDA 6.3

La VDA 6.3 è una metodologia per l’esecuzione degli audit di processo nell’industria automotive che, applicata inizialmente solo in Germania, si è imposta come metodologia di riferimento a livello internazionale, in virtù degli ottimi risultati che garantisce sia in ottica del fornitore che del cliente.

A chi è rivolta ?

Si applica a tutti i costruttori automobilistici ed ai loro fornitori di:

  • materie prime
  • componenti e parti di ricambio originali
  • processi di assemblaggio
  • trattamenti superficiali (trattamento termico, saldatura, verniciatura, rivestimenti)

Quali sono i vantaggi ?

Potete ottimizzare la qualità dei processi e dei prodotti e migliorare continuamente grazie ad un parametro di riferimento standardizzato e riconosciuto a livello internazionale per produttori e fornitori.

Dimostrate il vostro impegno per la gestione della qualità e potete disporre di un vantaggio competitivo che consente di accedere a molti mercati e anticipare l’introduzione di nuovi requisiti.

Rafforzate il vostro marchio nei confronti dei clienti, a cui assicurate la qualità dei processi, migliorando le prestazioni del vostro team interno.


Automotive - ISO/TS 16494

Sempre più spesso i costruttori automobilistici devono rispettare esigenze che superano lo standard ISO 9001. Con la norma ISO/TS 16949 questo è possibile, perché comprende tutti i requisiti della ISO 9001 e permette l'instaurazione di un sistema di gestione della qualità su misura per gli attori del settore automotive: un chiaro vantaggio competitivo che guida l’azienda verso il progresso e la crescita.

Questo standard internazionale è stato sviluppato dall’ IATF - International Task Force Automotive ente che racchiude i più importanti costruttori europei, americani e giapponesi e le associazioni del settore automobilistico.

La ISO/TS 16949 sostituisce diverse norme nazionali per il settore automotive, quali QS 9000 (standard americano), EAQF94 (standard francese), VDA 6.1 (standard tedesco) e AVSQ (standard italiano).

A chi è rivolta ?

La certificazione ISO/TS 16949 si applica a tutti i costruttori automobilistici ed ai fornitori di:

  • materie prime
  • componenti e parti di ricambio originali
  • processi di assemblaggio
  • trattamenti superficiali (trattamento termico, saldatura, verniciatura, rivestimenti)

Quali sono i vantaggi ?

I vantaggi di un’azienda certificato ISO/TS sono tra gli altri:

  • ottimizzare la qualità dei processi e dei prodotti e migliorare continuamente grazie ad un parametro di riferimento standardizzato e riconosciuto a livello internazionale per produttori e fornitori
  • certificare il vostro impegno per la gestione della qualità
  • disporre di un vantaggio competitivo che consente di accedere a molti mercati e anticipare l’introduzione di nuovi requisiti
  • rafforzare il vostro marchio nei confronti dei clienti, cui assicurate la qualità dei processi, migliorando le prestazioni della vostra organizzazione.

Automotive - KBA

Il KBA (Kraftfahrt-Bundesamt) rilascia omologazioni di veicoli e componenti di veicoli valide in Germania ed in Europa.

Esistono tre ambiti legislativi distinti:

  • la normativa nazionale tedesca prevede le Omologazioni ABE (Allgemeine Betriebserlaubnisse) ed i permessi di costruzione ABG (Allgemeine Bauartgenehmigungen) secondo gli articoli 20, 22 e 22 bis del Codice della Strada tedesco (StVZO).
  • le omologazioni internazionali sono disciplinate da Direttive europee
  • le omologazioni internazionali sono Regolamenti ECE

ll richiedente, prima di ottenere l'Omologazione, deve passare attraverso il processo di valutazione iniziale del prodotto e delle procedure di fabbricazione. La valutazione iniziale dell’esistenza di un sistema qualità per la produzione garantisce che siano immessi sul mercato solo prodotti corrispondenti ai campioni omologati.

Cos’è la Certificazione ISO 9001 KBA ?

La certificazione ISO 9001 KBA comprende tutti i requisiti della ISO 9001 ed i requisiti aggiuntivi stabiliti dal Codice della Strada tedesco (StVZO). Il certificato 9001 KBA vale 3 anni e può essere rilasciato solo da Organismi di Certificazione designati dal KBA come “Servizio Tecnico”. Gli Auditor sono autorizzati direttamente da KBA tramite il superamento di un esame iniziale e sono soggetti ad aggiornamenti annuali delle competenze.

DEKRA Certification è stato designato come “Servizio Tecnico” dal KBA secondo la Direttiva 2007/46/EC ed è in grado di eseguire Audit ISO 9001 KBA e Verifiche KBA con auditor italiani.

In collaborazione con la sua divisione DEKRA Automotive, il Gruppo DEKRA è in grado di offrire in Italia ai propri clienti un servizio completo per la certificazione di prodotto e di sistema relativamente ai seguenti componenti:

  • Ammortizzatori e molle
  • Sedili
  • Impianti di scarico
  • Pastiglie freno
  • Volanti
  • Cinture di sicurezza
  • Specchi retrovisori
  • Cerchi ruota in lega leggera e acciaio.

DEKRA vi supporta con un servizio completo per la certificazione di Sistemi e l’esecuzione di test di prodotto, supportandovi fino all’ottenimento dell’Omologazione richiesta.

Non serve conoscere il tedesco: il nostro personale italiano vi seguirà in tutte la fasi della procedura di Omologazione!


Automotive - VDA 6.4

Sempre più spesso i costruttori di attrezzature per il settore automotive devono rispettare esigenze che superano lo standard ISO 9001. La norma VDA 6.4. permette l'instaurazione di un sistema di gestione della qualità su misura che fornisce un chiaro vantaggio competitivo e guida la vostra azienda verso il progresso e la crescita.

Gli obiettivi che potrete raggiungere con questa certificazione sono innumerevoli:

  • dotarvi di uno strumento unico e uniformato orientato al miglioramento dei processi produttivi, servizi e prestazioni
  • limitare i problemi: raggiungere un più elevato livello di qualità in tutta la catena di fornitori tramite un’unica certificazione
  • dimostrare il vostro impegno per la gestione della qualità e disporre di un vantaggio competitivo che vi consente di accedere a molti mercati e di anticipare l’introduzione di nuovi requisiti.

A chi è rivolta ?

Si applica a tutti i costruttori di macchine, impianti, apparecchiature, utensili e attrezzature di produzione e misurazione e collaudo; comprende sia macchine speciali che produzioni in serie.

Quali sono i vantaggi ?

Gli obiettivi che potrete raggiungere con questa certificazione sono innumerevoli:

  • ottimizzare la qualità dei processi e dei prodotti e migliorare continuamente grazie ad un parametro di riferimento standardizzato e riconosciuto a livello internazionale per produttori e fornitori
  • certificare il vostro impegno per la gestione della qualità
  • disporre di un vantaggio competitivo che consente di accedere a molti mercati e anticipare l’introduzione di nuovi requisiti
  • rafforzare il vostro marchio nei confronti dei clienti, cui assicurate la qualità dei processi, migliorando le prestazioni della vostra organizzazione.

Certificazione integrata QSA

La qualità del prodotto / servizio ha un ruolo fondamentale per i clienti e per l’efficienza dei processi interni, così come tener conto dell'ambiente e della sicurezza è essenziale.

Con la certificazione integrata QSA - Qualità, Sicurezza e Ambiente, metterete a punto un sistema di gestione globale ed efficiente, che punta ad un processo di miglioramento complessivo a tutti i livelli dell'organizzazione, in tutti i suoi processi, per raggiungere l'eccellenza.

Inoltre con la certificazione, valorizzerete con i clienti e i consumatori finali, ma anche con i vostri partner, il vostro impegno in merito a qualità, sicurezza e ambiente per uno sviluppo sostenibile.

Vedrete pertanto rafforzare la vostra competitività e la vostra immagine, con uno strumento completo di gestione interna che vi permette di migliorare continuamente le prestazioni e la previsione dei rischi, grazie ad una efficace struttura organizzativa e ad una maggior efficienza interna.

La certificazione Qualità, Sicurezza ed Ambiente consente a qualsiasi azienda di formalizzare la costituzione di un Sistema di Gestione Integrato, basato sulle 3 norme di riferimento: 

  • ISO 9001, basata sull'approccio per processi, pone la soddisfazione del cliente al centro dell'attenzione
  • OHSAS 18001, che ha come obiettivo la prevenzione dei rischi professionali relativi alla salute e sicurezza del personale
  • ISO 14001, che permette di controllare l'impatto delle proprie attività sull'ambiente e di prevenire gli incidenti riducendo i rischi.

Tutte queste caratteristiche sono compatibili e comprendono requisiti comuni. La loro combinazione consente una visione globale dell'azienda attraverso la creazione di processi tra loro coerenti e orientati al miglioramento continuo.


Energia - 50001

Nel contesto economico attuale, la questione energetica per le aziende è un aspetto sempre più rilevante. Con la certificazione ISO 50001 sviluppate una gestione sistematica dell’energia, migliorando così la vostra efficienza energetica. L'obiettivo principale della certificazione è quello di supportare la vostra azienda nella definizione dei processi necessari per migliorare l’efficienza energetica e conseguentemente ridurre i costi e le emissioni di gas serra.

Con la certificazione ISO 50001 avrete:

  • un utilizzo più efficace dell'energia
  • il miglioramento dello sviluppo sostenibile all'interno dell’azienda
  • una marcia in più rispetto alla legislazione e alla concorrenza
  • un risparmio energetico ed un migliore controllo dei rischi ambientali, riducendo i costi e migliorando il vostro approccio in materia
  • maggior coinvolgimento di tutto lo staff in un progetto per il quale tutto il mondo è sensibile.

Quali sono le condizioni necessarie per poter ottenere la certificazione ISO 50001? 

La certificazione ISO 50001 è un processo volontario e può essere conseguita da sola o combinata con un’altra certificazione di sistema (ISO 14001, ISO 9001 ...). Per presentarsi nelle migliori condizioni, è preferibile che il sistema di gestione ambientale sia implementato da almeno tre mesi, sia stato eseguita una verifica interna e sia stato condotto un Riesame della Direzione.


Eventi sostenibili - ISO 20121

Ogni evento aggregativo, dalla più piccola esibizione locale alla fiera di richiamo internazionale, influisce sull’ambiente, pertanto è sempre più richiesto che esso sia pensato, progettato e gestito in modo tale da ridurre al minimo gli impatti ambientali, sociali ed economici.

Tale approccio deve estendersi a tutto il suo ciclo di vita: dal momento in cui l'evento è ideato, durante le fasi della sua realizzazione, fino alla sua conclusione.

La "sostenibilità" pertanto diviene parte integrante del sistema complessivo di gestione dell’evento e include tutta la catena di fornitura e smaltimento.

La norma ISO 20121:2012 (recepimento della BS 8901) è lo standard internazionale che definisce i requisiti di un sistema di gestione della sostenibilità degli eventi; essa è applicabile ai sistemi di gestione per l'organizzazione sostenibile di eventi ed è applicabile anche al singolo evento o alla sede di svolgimento dell’evento stesso.

I Criteri della sostenibilità

La norma ISO 20121, che presenta alcuni elementi caratteristici della ISO 26000 (Social Responsibility) riporta tre tipologie di criteri di cui tenere conto:

1)    Criteri ambientali: riduzione delle emissioni inquinanti e protezione dell’ambiente esistente (rilascio di rifiuti non biodegradabili e di sostanze inquinanti per il suolo; smaltimento delle acque; trasporti e logistica; luci e suoni che possono disturbare ed alterare gli ecosistemi)

2)    Criteri sociali: coinvolgimento di determinati target di persone (prevedendone le esigenze e la partecipazione di disabili)

3)    Criteri economici: valutazione della fattibilità economica dell’evento, prendendo in considerazione i costi generati, la tipologia di investimenti a breve e a lungo termine, ma anche gli impatti positivi sulle attività coinvolte.

A CHI SI RIVOLGE?

L’implementazione di un sistema di gestione degli eventi sostenibili è di interesse per ogni tipo di impresa, pubblica o privata, che:

  • organizza eventi
  • fa parte della catena di fornitura delle attività legate all’evento
  • rappresenta una sede di eventi
  • e che intenda assicurare la conformità ad una politica di sviluppo sostenibile.

QUALI VANTAGGI?

L'applicazione dello standard ISO 20121, porta al raggiungimento di numerosi benefici per l'Azienda e per gli stakeholders:

  • riduce i rischi e minimizza l’impatto economico, ambientale e sociale dell’evento
  • consente di rendere più evidente l’impegno dell’azienda sui temi della sostenibilità ambientale e responsabilità sociale e quindi contribuisce a migliorare l’immagine e a distinguersi rispetto ai competitors
  • promuove tecniche e tecnologie innovative per l’utilizzo efficiente delle risorse
  • possibilità di applicare le stesse buone pratiche utilizzate nella progettazione dell’evento anche all’interno delle attività lavorative quotidiane dell’impresa, ricavandone vantaggi anche in termini economici
  • aiuta a contenere i costi grazie alla riduzione dei rifiuti, dei consumi energetici e alla possibilità di riutilizzare le attrezzature

IL PROCESSO DI CERTIFICAZIONE

Le imprese che scelgono di intraprendere il percorso della Certificazione del proprio sistema di gestione per l'organizzazione di eventi sostenibili, si propongono sul mercato dotati di maggior credibilità dimostrando di aver superato il processo di verifica della conformità rispetto allo standard ISO 20121 da parte di un Organismo terzo indipendente.  

L’iter di certificazione, una volta definito lo scopo, segue le fasi tipiche della ISO 17021:

  • verifica di certificazione in due fasi (stage 1 e stage 2);
  • verifica della conformità del sistema rispetto alla norma di riferimento ed emissione del certificato sul quale è specificato lo scopo della certificazione stessa;
  • verifiche di sorveglianza per garantire il costante rispetto dei requisiti richiesti (periodicità in funzione dello scopo di certificazione e/o della tipologia di eventi);
  • rinnovo della certificazione con frequenza triennale.

La  ISO 20121 è stata progettata in maniera tale da essere integrabile con altri schemi di Sistema di Gestione quali ISO 9001, ISO 14001 e OHSAS 18001.

DEKRA è impegnata nella diffusione della cultura del progettare e rendere sostenibili gli eventi ed è a disposizione delle Organizzazioni che desiderano approfondire la tematica dello schema ISO 20121 e le relative procedure di certificazione.


Food ISO 22000

La ISO 22000 è la norma che consente alle imprese del settore agro-alimentare di valutare e dimostrare la conformità della loro produzione alle norme di sicurezza specifiche, nonché di garantire un controllo efficace dei fattori di rischio.

Essa  è stata concepita per essere armonizzata con i vari schemi di certificazione di sicurezza alimentare volontari presenti sul mercato europeo e non solo. E’ inoltre compatibile con le altre norme internazionali per i sistemi di gestione, come la ISO 9001 e la ISO 14001. Si tratta quindi di una norma che può essere integrata con i sistemi e i processi di gestione già esistenti.

A CHI SI RIVOLGE

Questo tipo di certificazione è rivolta a tutte le organizzazioni della catena alimentare, dal produttore al consumatore; include infatti sia le aziende che operano in modo diretto:

  • Allevamenti
  • Aziende agricole
  • Aziende agro-alimentari
  • Produttori di packaging
  • Rivenditori
  • Aziende di trasporto

Sia quelle che intervengono in modo indiretto quali:

  • Produttori di apparecchiature per l’industria agro-alimentare
  • Produttori di materiale per imballo e per la conservazione
  • Produttori di detergenti
  • Lavanderie
  • Fornitori di servizi

QUALI VANTAGGI

Un Sistema di Gestione della Sicurezza Alimentare conforme alla norma ISO 22000 consente alle aziende di:

  • Garantire la qualità dei processi realizzati
  • Identificare i rischi effettivi ai quali sono potenzialmente esposti sia l’azienda che i consumatori e sviluppare così misure di controllo
  • Comunicare le problematiche relative alla sicurezza e all'igiene alimentare a fornitori, clienti, autorità di regolamentazione e altri parti interessate
  • Garantire il rispetto dei requisiti legislativi
  • Essere conformi con i principi HACCP (autocontrollo obbligatorio) del Codex
  • Acquisire maggiore credibilità nei confronti del mercato
  • Operare secondo una logica di miglioramento continuo
  • implementare strumenti finalizzati a misurare, monitorare e ottimizzare in modo efficace tutte le performance relative alla sicurezza agroalimentare.

Va sottolineato che talvolta la certificazione ISO 22000 diventa un requisito indispensabile nel caso di bandi pubblici o in specifici ambiti di mercato nazionale e internazionale.  

ITER DI CERTIFICAZIONE

Il percorso per le imprese interessate al raggiungimento della certificazione ISO 22000, dopo l’invio all’organismo di tutta la documentazione indispensabile per avviare il processo di certificazione, passa attraverso le seguenti fasi:

  •  
  • Audit di certificazione presso l’azienda
  • verifica della conformità del sistema rispetto alla norma di riferimento;
  • emissione del certificato sul quale è specificato lo scopo della certificazione stessa;
  • verifiche di sorveglianza annuale per garantire il costante rispetto dei requisiti richiesti dalla norma;
  • rinnovo della certificazione con frequenza triennale dalla data di emissione del certificato.

DEKRA, a supporto di tutte le imprese interessate alle tematiche della sicurezza alimentare, offre i propri servizi di pre-audit e certificazione in riferimento ai requisiti previsti dallo standard ISO 22000. 


ISO 9001

La certificazione ISO 9001 è un motore per lo sviluppo interno ed esterno dell’azienda, oltre che un certificato apprezzato e riconosciuto a livello internazionale.

Con la certificazione darete maggiori possibilità di sviluppo alla vostra azienda e avrete maggiore competitività sui mercati mondiali. Inoltre, la riduzione degli errori interni, grazie al miglioramento continuo, farà aumentare la soddisfazione dei clienti e dei dipendenti grazie a processi ben definiti.

Il 15 Settembre 2015 è stata pubblicata la norma ISO 9001:2015  avente struttura normativa similare, secondo il modello High Level Structure, che faciliterà anche l’integrazione dei sistemi di gestione.

Qual è la nuova struttura?

Nella nuova struttura normativa denominata “High Level Structure” le sezioni, che nella ISO 9001:2008 andavano da  4 a 8, ora vanno da 4 a 10, ma si basano ancora sul modello PDCA (Ciclo di Deming).

Principali aspetti innovativi:

·       Contesto dell’Organizzazione: E’ necessario assicurare un alto livello di comprensione dei fenomeni e delle circostanze mutevoli che possono influenzare, positivamente o negativamente, il modo in cui l’organizzazione gestisce le risorse coinvolte nell’attuazione del sistema di gestione.   

·       Leadership: La figura di un rappresentante della Direzione non viene specificata, ma la norma richiede ancora l’impegno, la proattività, la comunicazione e il feed-back da parte del Management per sviluppare e mantenere il sistema. I requisiti non sono cambiati ma le responsabilità ora possono essere distribuite.

·       Gestione del rischio: Questo è probabilmente il cambiamento più significativo ed è menzionato in tutta la norma. Non è richiesta una gestione formale del rischio (ad esempio secondo la norma ISO 31000) ma una forma di considerazione e valutazione del rischio deve essere comunque applicata.

·       Approccio al processo: Esso non si limita più solo al riconoscimento dei flussi di lavoro all’interno dell’organizzazione ma ora li gestisce in modo più specifico.

·       Documentazione: Documenti e registrazioni diventano “informazioni documentate”. Si mantiene la necessità di conservare evidenze oggettive per soddisfare i requisiti, ma le modalità sono più libere e possono essere meglio adattate alle specifiche esigenze dell’organizzazione.

La nuova norma permette di:

·        Concentrarsi sui propri obiettivi

·        Individuare i rischi specifici che vanno affrontati

·        Definire le priorità e i controlli sulle attività più importanti

E’ previsto  un periodo di transizione di tre anni, durante il quale  le precedenti edizioni avranno ancora validità. Alla scadenza dei tre anni di transizione, prevista per il 14 Settembre 2018, tutti i certificati ISO 9001:2008 cesseranno di validità.

La transizione deve essere conclusa in occasione di una verifica di rinnovo o di sorveglianza  o, se richiesto, mediante un audit straordinario (della durata di una giornata). Tali verifiche verranno effettuate con riferimento ai nuovi requisiti. 

Questo periodo offre tempo sufficiente alle organizzazioni per attuare tutti i processi necessari  per ottenere il certificato secondo la ISO 9001:2015. 

Alle organizzazioni certificate si raccomanda, di elaborare un piano d'azione interno articolato sui seguenti passaggi: 

1. Identificare e formare il personale coinvolto. 

2. Individuare le differenze, fra la precedente e la successiva edizione della norma, riguardanti  i requisiti del sistema di gestione della qualità.  

3. Identificare gli elementi del sistema di gestione che già soddisfano i nuovi requisiti e gli aspetti che invece presentano lacune.

4. Elaborare un piano di attività per adeguare e diffondere il sistema di gestione, indicando azioni, risorse e tempi. 

5. Attuare l’aggiornamento dei processi e della documentazione del sistema di gestione ove risulti necessario in base alle analisi svolte. 

6. Valutare internamente l'efficacia del nuovo sistema di gestione. 

7. Contattare DEKRA per attuare la transizione.  

Allo scopo di supportare le organizzazioni nella valutazione del proprio livello di conformità alla nuova norma, viene fornito uno strumento online concreto, completo e veloce: Risk9001.

In particolare è imperativo sfruttare tutte le opportunità che si presentano per:

·        Capire quali siano i propri punti di forza e quelli di debolezza

·        Investire in modo mirato le risorse disponibili

·        Migliorare l’organizzazione

·        Ridurre le inefficienze ed i costi associati

In poche parole definire il proprio modello di organizzazione e controllo.

L’obiettivo di Risk9001 è di consentire all’azienda e all’imprenditore una valutazione autonoma e online del livello di conformità alla nuova versione della norma ISO 9001 del 2015.

Risk9001 è usufruibile in 3 modalità:

·        Risk9001 TRIAL: questionario in versione ridotta a 45 domande accessibile gratuitamente cliccando sul seguente link https://app.qualiware.it/dekra/scquestcli_user.aspx?NUMDOC=2016+++1

·        Risk9001 ONE-TIME ACCESS: questionario completo di 140 domande ad utilizzo singolo, richiedibile inviando una e-mail a info@dekra-certification.it

·        Risk9001 ANNUAL ACCESS: questionario completo di 140 domande ad utilizzo illimitato per un anno, (soluzione che prevede l’effettuazione di pre-audit da parte di un ispettore Dekra) richiedibile inviando una e-mail a info@dekra-certification.it 


IT - ISO /IEC 20000

L’implementazione della ISO/IEC 20000 ha come obiettivo quello di garantire metodi di lavoro omogenei in modo da offrire ai clienti un servizio di qualità rispondendo alle loro esigenze.

Pubblicato nel 2005, lo standard è progettato per aiutare i fornitori di servizi informatici a migliorare la qualità del servizio offerto. 

Sviluppato dalla norma inglese BS 15000, la ISO/IEC 20000 è suddivisa in due parti, ISO/IEC 20000-1 e ISO/IEC 20000-2. La prima definisce i requisiti per la gestione del servizio e si rivolge direttamente ai responsabili informatici. La seconda è un codice di buona condotta per auditor e consulenti.

La norma ISO/IEC 20000 definisce e pianifica la gestione dei servizi sulla base dei principi del ciclo di Deming (PDCA - Plan Do Check Act).

Questa gestione dei servizi è descritta in tredici processi derivati dalle best practice ITIL - IT Infrastructure Library) che forniscono indicazioni sull'erogazione di servizi IT di qualità e sui processi e mezzi necessari a supportarli.

Quattro fasi definiscono l'attuazione della norma:

  • PLAN -Pianificazione della gestione dei servizi (definisce gli obiettivi e il processo di attuazione)
  • DO -L'attuazione della gestione dei servizi (definizione dei ruoli e delle responsabilità di ciascuno in funzione dei rischi)
  • CHECK - Monitoraggio
  • ACT - Processo di miglioramento (definizione dei possibili miglioramenti nel quadro degli obiettivi stabiliti, ma anche l'evoluzione del sistema informatico).

 A chi è rivolta ?

 Questo standard è rivolto sia i fornitori interni di servizi IT, sia a fornitori esterni. La seconda parte della norma è invece rivolta a consulenti e auditor.


Informatica - ISO 27001

La sicurezza dei dati dei clienti, del personale e delle aziende è fondamentale. In particolare, l'interconnessione dei sistemi informatici via Internet e Intranet comporta notevoli rischi: virus, spionaggio industriale con atti di sabotaggio, ecc..

Con la ISO 27001 si implementa un efficace sistema di tutela e sicurezza dei dati, mediante la definizione ed il controllo rigoroso di tutti i processi, e si ottiene un certificato riconosciuto a livello internazionale che ne attesta efficienza e prestazioni.

Questo standard internazionale è stato pubblicato nel 2005 e deriva dallo standard britannico (BS 7799); riprende i requisiti essenziali della norma precedente con l'aggiunta di nuove misure di sicurezza e definisce i requisiti sulla base del modello PDCA ed è 'quindi compatibile con le norme che operano sul principio del miglioramento continuo quali ISO 14001 e ISO 9001.

Con la ISO 27001:

  • dimostrate un alto livello di sicurezza informatica nella vostra organizzazione e riducete i rischi;
  • valorizzate il vostro impegno verso clienti e partner, che hanno un ulteriore criterio di fiducia e rassicurazione che vi distingue dalla concorrenza;
  • istituite uno strumento efficace per la gestione interna che permette di migliorare continuamente le prestazioni in tema di sicurezza informatica, ottimizzare i costi attraverso la gestione per processi e migliorare le competenze del personale.

 A chi è rivolta ?

 La certificazione ISO 27001 si rivolge a tutte le organizzazioni indipendentemente dalla loro dimensione e settore di attività che desiderano attuare un sistema per garantire la sicurezza delle loro informazioni. Non è destinata solamente alle imprese del settore IT. Può essere certificato anche solo un servizio o reparto, compresi quelli particolarmente coinvolti nella sicurezza delle informazioni.


Logistica - ISO 28000

Dopo aver identificato i regolamenti nel settore del trasporto aereo (sicurezza del carico) e del trasporto marittimo e sulla sicurezza dei porti, l’Unione Europea ha integrato il complesso legislativo con la nuova ISO 28001 che introduce un sistema di gestione della sicurezza per la catena di approvvigionamento.

Questo nuovo standard permette di raggiungere un livello di sicurezza omogeneo per il tratto della catena logistica che si svolge sul territorio di competenza dell'Unione Europea.

A tal fine, la Commissione Europea ha concesso al Comitato Europeo di Normalizzazione (CEN) un mandato di omologazione, con lo scopo di fornire un sistema completo di certificazione delle imprese di trasporto merci. Questo sistema si propone di fornire la certificazione di sicurezza nelle diverse fasi della catena logistica delle merci viaggianti.

Quali sono i vantaggi ?

Oltre ad elevare il livello di protezione la ISO 28001 permette la creazione di un sistema di gestione della sicurezza aziendale con i seguenti vantaggi:

  • migliorare la capacità operativa e la competitività riducendo i costi attraverso un effetto scala e razionalizzazione, grazie all’introduzione di diverse procedure, quali l’identificazione e la rintracciabilità delle merci, la gestione delle scorte, la selezione, la qualificazione e la specializzazione del personale.
  • migliorare la concentrazione dei controlli effettuati dalle autorità nazionali i quali in parte potrebbero essere svolti da organismi certificati.
  • aumentare la fiducia dei clienti e delle autorità di regolamentazione
  • assicurare la continuità tra le varie attività di logistica e metodi di trasporto.

Medicale - ISO 13485

La ISO 13485 è la soluzione per garantire la conformità dei dispositivi medici alle normative e soddisfare le aspettative dei clienti, rafforzando al tempo stesso gli standard di qualità. Pubblicata nel 2003, la ISO 13485 è una norma indipendente basata sulla ISO 9001, riconosciuta a livello internazionale; essa include requisiti specifici dei dispositivi medici, come l'analisi dei rischi, la rintracciabilità, la sterilizzazione, sperimentazione e monitoraggio a lungo termine.

A chi è rivolta ?

La norma ISO 13485 si applica a produttori e distributori di dispositivi medici, come pure ai loro fornitori (e subfornitori), indipendentemente dalle loro dimensioni o dal tipo di dispositivo coinvolto.

Dalla progettazione alla distribuzione del prodotto, attraverso la sua fabbricazione ed installazione, tutte le aziende del settore possono implementare un sistema di gestione della qualità basato sullo standard ISO 13485, motore di progresso e fonte di valore aggiunto.

DEKRA Certification è accreditata ZLG o IGZ/RVA (a seconda del Paese interessato). Ciò vi dà la garanzia di un riconoscimento a livello mondiale.

DEKRA Certification consente di combinare diverse certificazioni (ad esempio ISO 13485, ISO 14001, ...) e di integrare la certificazione ISO 13485 con la marcatura CE.

Per soddisfare le esigenze dei vostri mercati di esportazione, siamo in grado di certificarvi secondo diversi accreditamenti come JPAL per il Giappone, CMDCAS per il Canada, TCP Program per ROC per Taiwan, il TGA per Australia o la FDA Accrédited Persons Program per il mercato statunitense.

Cos’è la Marcatura CE ?

La marcatura CE è una marcatura europea obbligatoria per i prodotti soggetti a direttive europee, Sono inclusi ovviamente i dispositivi medici, con l’obiettivo di garantire maggior sicurezza e facilitare la libera circolazione degli stessi all'interno dell'Unione Europea.

DEKRA Certification è in grado di eseguire le verifiche e le prove necessarie per apporre la marcatura CE sul prodotto, e quindi garantire la conformità ai requisiti della direttiva europea 93/42/CEE e 98/79/CE per dispositivi medici e dispositivi diagnostici in vitro.

Con la Marcatura CE rispondete ai requisiti normativi in vigore e potete liberamente far circolare i vostri prodotti nel mercato europeo senza alcuna barriera.


Railway - IRIS

IRIS (International Railway Industry Standard) è basata sullo standard internazionale di gestione di qualità ISO 9001 e incorpora requisiti specifici del settore, incoraggiando l'adozione di un approccio per processi e l'attuazione di un processo di miglioramento continuo. L’obiettivo è quello di dare al settore uno strumento unico e uniformato orientato al miglioramento dei processi produttivi, dei servizi e delle prestazioni, per limitare i problemi e raggiungere un più elevato livello di qualità in tutta la catena di fornitori, riducendo il numero di audit effettuati dal cliente.

A chi è rivolta ?

Tutti gli attori del settore ferroviario sono interessati da questa nuova certificazione: sistemisti, integratori, costruttori e operatori ferroviari.

Quali sono i vantaggi ?

IRIS dà vantaggi sia a due tipologie di attori operanti nel settore ferroviario.

Per sistemisti ed integratori :

  • ottimizza la qualità dei vostri processi e prodotti e instaura un miglioramento continuo grazie a uno standard unificato e internazionale
  • coinvolge i collaboratori in un progetto globale, riduce le inefficienze ed i costi
  • permette di essere inseriti nel database on line di IRIS, il che si traduce in un'immagine più forte del vostro marchio nel settore della rotaia e in un maggior valorizzazione dell’organizzazione agli occhi di costruttori e potenziali clienti.

Per i costruttori:

  • armonizza la qualità dei prodotti attraverso un livello unico di qualità in tutti gli stabilimenti di produzione o presso i fornitori
  • fa risparmiare tempo e denaro e conseguentemente riduce il numero dei controlli presso fornitori e integratori
  • consente ai partner di accedere ai risultati degli audit direttamente sul server di IRIS, in modo da rendere più semplice il processo di selezione e qualifica.

Quali sono le differenze tra le norme ISO 9001 e IRIS?

IRIS è basata sulla norma ISO 9001. Tuttavia vi sono differenze nelle procedure e nei requisiti tra queste due certificazioni:

  • ogni sito produttivo dell’azienda è sottoposto a verifica ed ottiene un proprio certificato.
  • i siti diversi da quelli di produzione o di fabbricazione, come ad esempio la sede centrale o punti vendita sono inclusi nel controllo, ma non ottengono un certificato proprio.
  • non ci sono criteri di esclusione per la certificazione IRIS.
  • viene utilizzato un sistema a punti per valutare il sistema di gestione. Il suo livello di avanzamento è valutato su una scala da uno a cinque. Il risultato complessivo è calcolato come un indice di efficienza ed influenza l’estensione del controllo durante le verifiche di sorveglianza.
  • alcuni processi sono specificati e richiesti da IRIS. Per alcuni processi, sono richieste procedure documentate.

Salute e Sicurezza Lavoro - OHSAS 18001

La certificazione OHSAS 18001 vi aiuterà a ridurre il numero degli infortuni sul lavoro e a migliorare le vostre prestazioni aziendali.

La certificazione consente a qualsiasi organizzazione, indipendentemente dalle dimensioni o dal settore di attività, di istituire un sistema di gestione per la salute e la sicurezza in conformità alla norma OHSAS 18001 (Occupational Health and Safety Assessment Services), riconosciuta a livello internazionale.

Con la certificazione infatti:

  • migliorate il concetto di sicurezza per il personale a tutti i livelli e promuovete il dialogo sociale, prendendo un impegno chiaro e trasparente per proteggere la salute e la sicurezza del vostro personale
  • limitate i rischi per le persone, riducendo i costi diretti e indiretti (ad esempio i danni a risorse materiali, i tempi di inattività o di assenza, malattia...), entrando nella logica di miglioramento continuo.

E non ultimo, dimostrate ai vostri partner, clienti e fornitori il vostro impegno per la creazione di un ambiente di lavoro più sicuro.

Quali sono le condizioni necessarie per poter ottenere la certificazione OHSAS 18001 ?

La certificazione OHSAS 18001 è un processo volontario. Per presentarsi tranquillamente alla certificazione è preferibile che:

  • il sistema di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro sia stato implementato da almeno 6 mesi
  • siano stati condotti una verifica interna e un riesame della Direzione

Per migliorare le prestazioni e per dimostrare l’impegno per lo sviluppo sostenibile, è possibile combinare le certificazioni ISO 14001 e ISO 9001 con la OHSAS 18001. Infatti, la certificazione OHSAS 18001 è stata sviluppata in modo da essere compatibile con questi due standard.


Salute e Sicurezza Lavoro - SSC / SPC

Gli incidenti sul lavoro sono ostacoli alla produttività e minano l’immagine dell’azienda. Inoltre, partner e clienti sono diventati sempre più esigenti e richiedono misure concrete e documentate in materia di sicurezza. Tali misure sono diventate essenziali, in particolare nel settore industriale, in cui i rischi sono elevati e in cui i subappaltatori sono sempre più numerosi.

Scegliere le certificazioni SCC - Safety Checklist per Contractors o SCP -Safety Checklist per Personnel vuol dire creare e formalizzare un sistema di gestione della sicurezza riconosciuto in tutti i settori industriali a livello internazionale.

Le certificazioni contribuiscono a prevenire e ridurre il numero di incidenti e fornire strumenti validi che attestino a partner e clienti che i processi interni sono stati valutati secondo le migliori regole in materia di garanzia e sicurezza sul lavoro.

Queste certificazioni possono essere combinate con le certificazioni ISO 14001, ISO 9001 e / o OHSAS 18001. Tuttavia le certificazioni SCC e SCP ed il sistema di gestione che sottendono sono spesso di più facile implementazione, soprattutto per le piccole imprese.

A chi si rivolgono queste certificazioni ? 

La Certificazione SCC, originariamente sviluppata per i fornitori di servizi nell'industria del petrolio, si è diffusa ad altri settori. Possono beneficiare di tale certificazione fornitori di servizi nel settore industriale, subappaltatori e non. Vengono presi in considerazione i requisiti specifici per i diversi settori.

Ci sono due tipi di certificati SCC:

  • Il Certificato SCC* limitato, se l’azienda ha meno di 35 collaboratori.
  • Il Certificato SCC**, se ha più di 35 collaboratori.

La certificazione SCP interessa il personale aziendale; si basa sulla certificazione SCC, ma con l’integrazione di requisiti supplementari.

Quali sono i vantaggi ?

  • Dimostrate a partner, clienti e fornitori il vostro impegno per la creazione di un ambiente di lavoro più sicuro e offrite, grazie a questo certificato, una maggior competitività.
  • Aumentate la consapevolezza della sicurezza sul lavoro nel personale e motivate i collaboratori grazie alla creazione di strutture adeguate ed alla chiara attribuzione delle responsabilità.

Si limitano i rischi per le persone e si riducono i costi diretti e indiretti (ad esempio i danni a risorse materiali, i tempi di inattività o di assenza, malattia...), entrando nella logica del miglioramento continuo.


Sanità – ISO 15224

Pagina in costruzione


Sicurezza stradale - ISO 39001

Dopo anni di ricerche volte al miglioramento della sicurezza attiva e passiva dei veicoli, si è giunti ad un approccio multidisciplinare del problema della sicurezza stradale.

In sostanza si sono introdotti i concetti di “mobilità sicura e sostenibile” e “gestione della mobilità e della sicurezza stradale”.

In particolar modo, la norma ISO 39001 fa riferimento alla gestione della sicurezza stradale parlando di responsabilità condivisa. La definizione sta a significare che tutti gli utenti stradali sono coinvolti e tutte le organizzazioni che interagiscono con il traffico stradale, sono soggetti ad obblighi tra i quali quello del comportamento responsabile.

L’introduzione di un sistema di gestione della sicurezza stradale è un chiaro segnale pubblico di quanto e come un’Organizzazione si stia impegnando nel programma europeo teso alla salvaguardia della salute e della sicurezza dei lavoratori e degli altri utenti della strada.

L’implementazione della norma ISO 39001 richiede che l’Organizzazione definisca politiche ed obiettivi sulla sicurezza stradale e che stabilisca un piano operativo per raggiungerli, compatibilmente con gli obblighi legislativi cui essa è soggetta.

A questo scopo l’Organizzazione deve:

 

  • Identificare il proprio ruolo nel sistema del traffico stradale;
  • Identificare i propri processi, attività e funzioni che influiscono sulla sicurezza del traffico stradale (RTS);
  • Determinare sequenze ed interazioni di questi processi, attività e funzioni.

 

La norma suggerisce alcuni fattori di perfomance o prestazionali di cui l’Organizzazione deve tenere conto nell’identificare e gestire i processi all’interno della propria attività con l’obiettivo di diminuire il numero di incidenti gravi o mortali.

1)  Fattori di esposizione al rischio:

tali fattori includono:

  • l’analisi del volume di traffico sul territorio di interesse per l’organizzazione, il volume di km percorsi, compresi i tipi di veicoli e strade utilizzate;
  • volume di prodotti e/o servizi forniti dall’organizzazione.

2)   Fattori di sicurezza finali:

  • l’analisi del numero di morti, feriti gravi e dei costi umani e sociali dell’incidentalità sono elementi chiave per lo studio dei processi da migliorare e possono essere altresì utilizzati come indicatori di raggiungimento degli obiettivi prefissati.

3)   Fattori di sicurezza intermedi:

  • sono fattori di stima della sicurezza sui quali l’organizzazione non ha un’influenza diretta (caratteristiche geometriche delle strade, velocità, tipo di merci trasportate e percorsi per mezzi eccezionali), ma che possono essere utilizzati per la pianificazione dei processi (definizione della velocità di sicurezza, utilizzo di particolari strade in funzione del tipo i veicolo e eventuale carico, benessere degli autisti, etc.).

Naturalmente l’Organizzazione deve specificare gli elementi e i criteri con cui monitorare e misurare gli obiettivi RTS e mantenere documentazione aggiornata a riguardo.

A CHI SI RIVOLGE?

Lo standard si rivolge a tutte le Organizzazioni (pubblica o privata indipendentemente dalla dimensione e dai prodotti o servizi forniti), le cui attività interagiscono con il sistema stradale e come tali possono contribuire, con i comportamenti adottati, a migliorare la sicurezza stradale limitando per quanto possibile il numero di infortuni gravi e mortali.

La norma definisce l’Organizzazione come “una persona o un team di persone che ha nelle proprie funzioni la responsabilità, l’autorità e le relazioni per raggiungere gli obiettivi di sicurezza stradale”.

Nello specifico la norma è applicabile a qualunque organizzazione Qualche esempio:

Settore privato:

  • Aziende esercenti di trasporto pubblico e privato;
  • Imprese operanti nella logistica, noleggio e spedizioni;
  • Produttori e rivenditori di macchinari per la movimentazione e di attrezzature per lo stoccaggio;
  • Produttori e Rivenditori di pallets e attrezzature per l'imballaggio (packaging);
  • Produttori e rivenditori di dispositivi per l'identificazione e tracciabilità dei prodotti;
  • Concessionari di veicoli commerciali ed industriali, rimorchi, dispositivi di sicurezza, grandi officine;
  • Società di ingegneria civile, trasporti e logistica         

Settore pubblico:

  • Ministeri, Regioni, Province e Comuni operanti nei settori: trasporti, viabilità, sicurezza, mobilità, urbanistica;
  • Assistenza medica di emergenza e di cura;
  • Società concessionarie autostradali.

QUALI VANTAGGI?

L’Organizzazione che sceglie di certificarsi secondo lo schema ISO 39001 dimostra di voler partecipare attivamente al progetto di migliorare la sicurezza stradale riducendo cosi la percentuale la mortalità stradale e ne ricava anche:

  • Riduzione del numero di incidenti potenziali ed effettivi
  • Riduzione delle assenze per malattia
  • Riduzione del rischio di azioni legali
  • Riduzione dei costi per la riparazione di autoveicoli
  • Riduzione delle richieste di indennizzi assicurativi
  • Miglioramento delle credenziali per la responsabilità sociale
  • Maggior fiducia da parte del consumatore
  • Vantaggi nelle gare di appalto

Inoltre

Per i suoi contenuti la norma ISO 39001 si presta ad integrazioni con tutti gli altri sistemi di certificazione afferenti ai sistemi di gestione (es. ISO 9001, ISO 18001, ISO 14001, etc.)

DEKRA opera da anni nel settore della sicurezza stradale ed è a disposizione delle Organizzazioni che desiderano informazioni sullo schema ISO 39001 e sulle procedure di certificazione. 


UNI CEI 11352:2014 – ESCO Società che forniscono servizi energetici

Il contesto

Nel mondo produttivo attuale i costi energetici rappresentano una componente fondamentale per le Aziende, per sviluppare la competitività ed essere riconosciute come virtuose coniugando competitività e sensibilità ambientale. Le Energy Service Companies (ESCO) nascono dall’idea di avere un partner esterno che investa sul miglioramento delle performances energetiche dell’Azienda richiedente, realizzando allo stesso tempo un vantaggio per l’Azienda partner che realizzerà un guadagno rappresentato dal differenziale tra i costi della bolletta precedenti all’intervento e quelli diminuiti, dopo l’intervento.

DEKRA, mettendo in campo la propria esperienza internazionale nel settore della qualità, dell’energia e dell’ambiente, si inserisce nel percorso virtuoso, certificando le ESCO, ai sensi della UNI CEI 11352:2014, e la qualità del loro processo operativo, garantendo ad esse una migliorata visibilità sul mercato.

La norma UNI CEI 11352:2014 definisce i requisiti generali e una lista di controllo per la verifica dei requisiti delle ESCO che forniscono ai propri clienti servizi di efficienza energetica conformi alla UNI CEI EN 15900, con garanzia dei risultati. In particolare descrive i requisiti generali e le capacità (organizzativa, diagnostica, progettuale, gestionale, economica e finanziaria) che una ESCO deve possedere per poter offrire i servizi di efficienza energetica e le attività peculiari, presso i propri clienti.

Nello specifico, gli elementi principali che caratterizzano le ESCO, come individuati dalla Norma UNI CEI 11352:2014 sono i seguenti:

1.                  offrire la garanzia al cliente, tramite un Contratto a Garanzia di Risultato (Energy Performance Contract – EPC;

2.                  ottenere il pagamento, stabilito contrattualmente, dei servizi forniti basati, totalmente o parzialmente, sul miglioramento dell'efficienza;

3.                  poter fornire il finanziamento degli interventi, sia in proprio che tramite terzi.

 

Perchè fare ESCO

Costituire una ESCO rappresenta una attività imprenditoriale al passo con i grandi cambiamenti culturali e del mondo del lavoro intervenuti negli ultimi anni. Vuol dire contribuire ai grandi obiettivi ambientali planetari, fare un’attività di qualità, essere una componente fondamentale nel processo produttivo energivoro e fare un’attività di potenziale ottima reddittività, specialmente se il processo operativo della ESCO è improntato alla qualità e controllato in ogni sua fase. Questo livello di qualità è assicurato dalle ESCO certificate e che offrono servizi volti al miglioramento dell’efficienza energetica conformi alla norma UNI CEI EN 15900.

 

Perchè certificare la ESCO

Certificare una ESCO rappresenta un interesse economico per l’imprenditore che potrà così accedere ad un mercato che comprende anche le Aziende di grandi dimensioni e/o particolarmente energivore, che privilegiano normalmente fornitori certificati. Le ESCO, a partire dal 18 luglio 2016, dovranno essere obbligatoriamente certificate UNI CEI per poter accedere ai certificati bianchi e per effettuare diagnosi energetiche ai sensi del D.lgs. 102/2014.

Passaggi operativi previsti dalla procedura DEKRA

Pre-Audit (facoltativo): attività di gap analysis e verifica delle caratteristiche della ESCO che intende certificarsi, per evidenziare la presenza o meno di tutti i requisiti previsti dalla norma UNI CEI 11352:2014

Audit di certificazione: sulla base di un Piano di Audit concordato con il cliente, DEKRA procede all'esame della documentazione originale presso la ESCO per la verifica dei requisiti e delle capacità tecniche. Il Piano di Audit prevede anche la verifica in campo dell'esecuzione di almeno 1 contratto EPC mediante sopralluogo presso l'installazione effettuata. Una volta verificate positivamente le conformità, la documentazione di Audit viene revisionata in  maniera indipendente da DEKRA e successivamente viene rilasciato il certificato con validità triennale.

Audit di mantenimento: nel corso di validità triennale del certificato sono previsti audit di mantenimento con cadenza annuale.

 

Audit di Rinnovo: al termine del corso di validità triennale del certificato,è previsto un Audit di Rinnovo con le modalità dell'Audit di Certificazione. 


Saldatura ISO 3834

Le norme della serie UNI EN ISO 3834 - "Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici" rappresentano un importante riferimento internazionale per la certificazione di sistemi di gestione specifici per i processi di saldatura.
Attraverso la certificazione UNI EN ISO 3834 è dunque possibile valutare le capacità di chi effettua processi di saldatura, di fornire prodotti rispondenti ai requisiti di norma.

La norma UNI EN ISO 3834 descrive un sistema di gestione per garantire la corretta applicazione degli aspetti tecnici nelle saldature e richiama, a sua volta, ulteriori norme specifiche del processo di fabbricazione tramite saldatura quali:

·         la qualificazione di personale

·         la qualificazione delle procedure di saldatura,

·         i controlli non distruttivi

·         i trattamenti termici

La norma UNI EN ISO 3834 si articola in cinque parti:

·         Parte 1 – Guida per la scelta  e  l'impiego

·         Parte 2 – Requisiti di qualità estesi

·         Parte 3 – Requisiti di qualità normale

·         Parte 4 – Requisiti di qualità minimi

·         Parte 5 - Documenti ai quali è necessario uniformarsi per poter dichiarare la conformità ai requisiti di qualità di ISO 3834-2, ISO 3834-3 o ISO 3834-4

 L'azienda può selezionare tre livelli differenti di requisiti di qualità, applicabili sia alla produzione in officina che nel cantiere di messa in opera:

·         UNI EN ISO 3834-2 Requisiti di qualità estesi

·         UNI EN ISO 3834-3 Requisiti di qualità standard

·         UNI EN ISO 3834-4 Requisiti di qualità elementari

La parte della norma UNI EN ISO 3834 da selezionarsi dipende principalmente dalla tipologia dello specifico processo di fabbricazione e dall’esigenza effettiva di essere tenuto sotto controllo al fine di garantire in modo sistematico il rispetto dei requisiti contrattuali e regolamentari.

La scelta dell'adeguato livello dei requisiti di qualità da adottare deve prendere in considerazione i seguenti elementi:

i requisiti specificati dal contratto del cliente o da norme e regolamenti applicabili per i prodotti;

·         l'estensione e rilevanza dei prodotti critici per la sicurezza;

·         la complessità della realizzazione;

·         i differenti tipi di prodotti realizzati;

·         i differenti tipi di materiali utilizzati;

·         l'estensione di problemi metallurgici rilevati;

·         l'estensione di eventuali imperfezioni di fabbricazione che possano influenzare negativamente le prestazioni del prodotto realizzato.

A CHI è RIVOLTA

La certificazione ISO 3834 è rivolta ai settori:

·         impiantistico,

·         produzione di energia;

·         edile (strutture);

·         ferroviario (consigliata, ma non obbligatoria per la UNI EN 15085);

·         apparecchiature in pressione.

Ricordiamo infatti che esistono Standard Europei e riferimenti normativi nazionali che richiamano la ISO 3834:

·         Regolamento prodotti da costruzione (CPR) N. 305/2011 per l'esecuzione di strutture in acciaio

·         Norme Tecniche Costruzioni Decreto Ministeriale 14.1.08 Capitolo 11.2  per i centri di trasformazione;

·         Direttiva attrezzature a pressione  97/23/CE (D.Lgs. n° 93 del 25/2/2000);

·         Direttive per le saldature nei veicoli ferroviari 01/16/EC e 94/48/EC

·         Direttiva TPed 99/36/CE

QUALI VANTAGGI

Attraverso la certificazione secondo la norma UNI EN ISO 3834, l'azienda dimostra di:

·         far fronte alle responsabilità contrattuali;

·         adempiere ai requisiti di legge del prodotto commercializzato.

Inoltre, eliminando sprechi o costi eccessivi, e potendo così operare in un contesto di risparmio economico, l'Azienda si pone in una posizione di vantaggio competitivo all'interno del mercato internazionale.

Come ultima considerazione vale la pena evidenziare che le norme UNI EN ISO 3834 costituiscono un riferimento normativo autonomo, ma sono perfettamente integrabili con la norma UNI EN ISO 9001 e applicabili alla UNI EN 15085. 

DEKRA, da anni operante nel settore, fornisce i propri servizi di:

·         certificazione dei procedimenti di saldatura

·         certificazione delle figure professionali quali saldatori e personale preposto ai controlli non distruttivi

·         formazione e certificazione del welding coordinator.

DEKRA offre inoltre servizi di pre-audit attraverso i quali è possibile identidficare gli ambiti nei quali sono presenti eventuali criticità dell'impresa che possono ostacolare il raggiungimento della conformità agli standard previsti.